Il Borgo di Montecarlo

Montecarlo è situata a 162 m d'altitudine, su un colle che domina la pianura circostante, a cavallo tra la Lucchesia e la Valdinievole. Il colle di Montecarlo è coltivato a viti e olivi, e vi si produce un olio di notevole qualità e un pregiato vino DOC; inizialmente era considerato tale solo il Montecarlo bianco, ora anche il Rosso di Montecarlo.
Il suo territorio è attraversato dalla Strada del Vino delle Colline Lucchesi e di Montecarlo, percorso enoturistico istituito nel 1999 e recentemente ribattezzato "Strada del vino e dell'olio di Lucca, Montecarlo e Versilia”. (da wikipedia)
Il borgo venne chiamato Montecarlo in onore del Principe Carlo, figlio del Re Giovanni di Boemia, liberatore di Lucca dall'occupazione pisana. Il principe, divenuto Imperatore con il nome di Carlo IV, venne più volte a Montecarlo occupandosi della fortificazione della rocca che si rivelò un presidio strategico nelle guerre che si combatterono nel XIV secolo fra Lucca, Pisa e Firenze.
Il centro storico risalente al 1333, è ben conservato e ancora circondato dalla splendida cinta muraria; delle sue Porte trecentesche che si aprivano lungo le mura rimangono la Porta Fiorentina a est, la Porticciola a ovest verso Lucca, mentre la Porta Nuova a sud fu riaperta alla fine del Cinquecento. (dal sito del comune di Montecarlo)